Niente Scuse!

Stmattina il tsssista che mi ha accompagnato in stazione mi ha parlato di un libro che sta leggendo:”Niente Scuse!”.
Questo libro, mi ha spiegato, gli piace molto perchè insegna alle persone ad accettarsi e a vedere i difetti degli altri in modo da migliorarsi.
Ad esempio – mi ha spiegato il tassista- anche se mio padre era un ubriacone, mia madre una disperata che ha fatto tantissimi sacrifici per cui a 12 anni sono dovuto andare a lavoarare piuttosto che a scuola, tutto questo non giustifica il fatto che io mi comporti male da grande.
Avere avuto un’infanzia difficile, ad esempio, non è una scusa per essere delle persone negative da adulti. La mia giornata è iniziata con questo input, Niente Scuse, ed é proseguita fra mille appuntamenti, scadenze e impegni.

Stasera, a fine giornata sono andata da Giusy che mi ha raccontanto l’episodio della manifestazione di alcuni rappresentanti del Coisp sotto l’ufficio della madre di Federico Aldrovandi.
Un gruppo di una ventina di person brandendo cartelli con scritto “La legge non è uguale per tutti, i poliziotti in carcere e i delinquenti fuori!” hanno manifestato in segno di sostegno ai colloeghi ( gli agenti condannati per l’omiciodio di Federico Aldrovandi) che stanno scontanto gli ultimi mesi ( 18 in tutto) in prigione.
La madre di Federico è scesa in piazza piangendo con la foto del figlio morto con la testa in una pozza di sangue. Dopo alcuni i manifestanti sono andati via.
Beh, le parole del tassista e la sua tesi mi sono tornate in mente : “Niente Scuse!”.
Nessuno vi da il diritto di perseguitare una madre che ha seppellito un figlio. Non è vostro il dolore, non è vostro il diritto di infliggere dolore.
Un manifestazione di inciviltá e bassezza fortemente riuscita.
“Niente scuse!” è la frase che ha pronunciato la Mamma di Federico al microfono di una giornalista che le chiedeva se si aspetta la scuse del coisp.
“Niente scuse, a che servono, ormami mi hanno ferita?!”

20130328-003549.jpg

Annunci

Informazioni su lindaserra

Of course nothing else than another additional something
Questa voce è stata pubblicata in Politics e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...