La schiavitù degli oggetti

Uno dei passaggi che maggiormente mi colpirono di “fight club” è quello in cui l’autore esorta alla ribellione verso gli oggetti che possediamo.

Bisogna stare attenti a che le cose che possediamo non finiscano per possederci.

E’ un concetto se vogliamo banale, ma non sempre facile da afferrare.
Un concetto banale facilmente estensibile ad abitudini e convenzioni…
Siamo talmente presi dall’ansia di dover avere e di dover fare, da non distinguere più quando un avere o un fare ci renda liberi, o viceversa ci faccia succubi.
La libertà non è un’ opinione da portare avanti, ma spesso viene trattata alla stregua di un dettaglio trascurabile…libertà significa poter scegliere ed essere liberi di fare una scelta sbagliata.
Per stasera con i luoghi comuni, sono a posto:)

Annunci

Informazioni su lindaserra

Of course nothing else than another additional something
Questa voce è stata pubblicata in Life, Lifestyle e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...