Stefano Gugliotta

C’è mancato poco a che Stefano Gugliotta facesse la stessa fine di Stefano Cucchi o di Federico Aldrovandi.

Stefano sorride, senza un dente in bocca…

Stefano è tornato a casa dopo un settimana passata in carcere.
La polizia ha chiesto scusa.
Ma ci sono alcune cose che mi ronzano in testa e che proprio non mi mollano.
Ancora una volta torno a chiederemi:come sia possibile che agenti della polizia di Stato, chiamati a difemdere i cittadini, si rendano protagonisti di aggressioni così violente e gravi, gravissime, mortali.

Stefano Gugliotta è stato aggredito e malmenato solo perchè indossava una maglietta rossa e si trovava nel posto sbagliato al momento sbagliato.

Aggredito, massacrato di botte e arrestato.

Nessuno lo ha identificato, nessuno gli ha chiesto i documenti…

Come si fa a massacrare di botte un ragazzo inerme, solo che grida pietà?!

Come può un agente di polizia che dovrebbe proteggere da chi delinque, delinquere esso stesso al pari dei peggiori, delinquenti?!

Attentare alla vita di una persona inerme, ferma, che non stava apparentemente compiendo nessun misfatto.
Picchiare a sangue un ragazzo fino a fargli sputare un dente, rompergli la testa a furia di botte.

Perchè?

E anche se Stefano fosse stato un delinquente sorpreso in flagranza di reato,

nessuno può aggredire in questo modo un essere umano; di certo non uomini di Stato chiamati a difesa dei cittadini.

Annunci

Informazioni su lindaserra

Of course nothing else than another additional something
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...